News prima pagina

IL DECRETO MILLEPROROGHE IN GAZZETTA UFFICIALE (leggi tutto)

mercoledì 04 gennaio 2012

E' stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale  il testo del Decreto legge cd Milleproroghe.


Tra le norme inserite:

Assunzioni (articolo 1). Proroga termini in materia di assunzioni - L'articolo consente alle amministrazioni statali - compreso il personale del comparto sicurezza, agenzie ed enti pubblici non economici ed enti di ricerca - di poter effettuare le assunzioni autorizzate o in corso di autorizzazione fino al 31 dicembre 2012.

Difesa, procedure concorsuali (articolo 8). Prorogati alcuni termini di interesse della difesa. La prima proroga è volta a consentire il completamento delle procedure concorsuali relative al transito nel ruolo tecnico – logistico dell'Arma dei carabinieri di sette ufficiali provenienti dall'Esercito e di un ufficiale proveniente dall'Aeronautica. La seconda proroga è rivolta a evitare una anomala applicazione dell'istituto dell'aspettativa per riduzione quadri (ARQ) per gli ufficiali con il grado di colonnello o generale dei ruoli speciale e tecnico-logistico degli ufficiali dell'Arma dei carabinieri , ai sensi dell'articolo 2223 del Codice dell'ordinamento militare. Tale disposizione prevede l'entrata in vigore dell'aspettativa per riduzione di quadri, ai sensi dell'articolo 907 dello stesso Codice, a partire dall'anno 2012. Secondo tale disciplina le eccedenze nei gradi di colonnello o generale dei ruoli speciale e tecnico-logistico degli ufficiali dell'Arma dei carabinieri sono eliminate con il collocamento in aspettativa per riduzione quadri, a prescindere che l'eccedenza risulti compensata da una carenza nella dotazione del medesimo grado, in un altro ruolo. La proroga, quindi, mira a prorogare a tutto il 2012 il periodo in cui l'aspettativa per riduzione di quadri non opera in caso di compensazione con carenze presenti in altri ruoli nello stesso grado. La terza proroga interviene sull'articolo 2243, comma 1, del Codice, che reca il regime transitorio per le aliquote di valutazione dei tenenti colonnelli del ruolo normale dell'Arma dei carabinieri, sospendendo, fino al 31 dicembre 2012 l'applicazione degli articoli 1053, comma 2 e 1067, comma 2, del Codice che prevedono l'inclusione dei tenenti colonnelli del ruolo normale, da valutare per l'avanzamento al grado superiore, in tre distinte aliquote determinate in base all'anzianità di grado. L'intervento previsto dal comma 2 consente il regolare svolgimento delle procedure concorsuali per l'ammissione ai corsi dell'Accademia militare dell'Esercito, dell'Accademia navale e dell'Accademia aeronautica. Si tratta dei bandi di concorso per il reclutamento ufficiali dei Corpi sanitari, i quali, dopo il superamento di prove altamente selettive devono frequentare i corsi di laurea specialistica in medicina e chirurgia e, pertanto, sarebbero destinatari delle disposizioni in materia di accesso programmato di cui alla legge 264/1999 e al decreto legislativo 21/2008 e successive modificazioni. Tali disposizioni prevedono che, a decorrere dall'anno Accademico successivo al 31 dicembre 2011 (vale a dire dall'anno accademico 2012-2013), per l'accesso alle facoltà a numero chiuso oltre ai citati test di ammissione si proceda anche alla valutazione, con attribuzione del previsto punteggio, dei risultati conseguiti dal candidato nell'ultimo triennio del percorso scolastico. Esse, però, risultano inconciliabili con le procedure concorsuali di accesso alle Accademie militari creando una evidente incongruenza in relazione alla situazione in cui si verrebbe a trovare un allievo ufficiale che, dopo aver vinto un concorso altamente selettivo e iniziato a frequentare l'Accademia, non sia poi ammesso al corso di laurea previsto dal bando, in ragione dell'ulteriore valutazione del punteggio riferito ai risultati scolatici pregressi dell'interessato. In attesa di una disciplina di carattere speciale per l'accesso ai citati corsi di laurea per i vincitori dei concorsi per aspiranti ufficiali medici, si rende quindi necessaria la proroga per l'anno accademico 2013-2014 della nuova disciplina che attribuisce uno specifico punteggio riferito ai risultati scolatici pregressi dell'interessato per l'accesso ai corsi di laurea a numero chiuso.

Dismissioni immobili Difesa (articolo 29, comma 10). Il termine per la conclusione delle operazioni di dismissione immobiliare di alcuni beni della Difesa è fissato al 31 dicembre 2012 al fine di agevolare il raggiungimento degli obiettivi di finanza pubblica.

Concessione e diritti aeroportuali (articolo 11, commi 2 e 3). La proroga si rende necessaria al fine di non interrompere i procedimenti di dismissione di beni demaniali militari per la loro riconversione in demanio civile, all'esame del gruppo di lavoro di vertice istituito presso il ministro della Difesa. La finalità della proroga richiesta è anche rivolta a consentire l'eventuale riformulazione dei decreti interministeriali da sottoporre alla controfirma del ministro dell'Economia. Alla nuova disciplina sono sottratte, oltre che le concessioni già rilasciate (anche in base a legge speciale) quelle il cui procedimento di rilascio risulti in itinere: si tratta in particolare dei procedimenti pendenti al 23 giugno 2005, avviati in base al regolamento n. 521/1997. Il decreto legislativo 96/2005 prevedeva che tali procedimenti avrebbero dovuto concludersi entro il termine del 23 giugno 2006, termine già più volte prorogato e per il quale si rende necessaria l'ulteriore proroga al 30 giugno 2012. Viene prorogato al 31 marzo 2011 il termine per l'aggiornamento, con decreto del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, della misura dei diritti aeroportuali come previsto dall'articolo 10, comma 10, della legge 537/1993. Prorogato anche il termine per la decadenza dal medesimo aggiornamento in caso di mancata presentazione, da parte dei concessionari aeroportuali, dell'istanza di stipula del contratto di programma. Slitta al 31 dicembre 2012, il termine per l'aggiornamento dei diritti aeroportuali al tasso d'inflazione programmata, non essendo ancora stati sottoscritti alcuni contratti di programma, che rappresentano l'unico strumento per fissare la dinamica tariffaria negli aeroporti.

Carceri (articolo 17).
Viene prorogata fino al 31 dicembre 2012 l'efficacia delle disposizioni previste dall'articolo 44-bis del decreto legge 207/2008 che attribuisce al capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria gli speciali poteri (articolo 20 del Dl 185/2008) per procedere agli investimenti necessari per realizzare nuove infrastrutture carcerarie o aumentare la capienza di quelle esistenti. Dal 1° gennaio 2012 nomina di un commissario straordinario al quale sono attribuiti i poteri già esercitati dal Capo dell'amministrazione penitenziaria. Al commissario non spettano compensi.

IL TESTO DEL DECRETO è DISPONIBILE PER GLI ABBONATI NELLA BANCA DATI LEGGI - AREA RISERVATA