ARTE E CULTURA - A cura di Roberto Amici

CORPI DI REATO
Un'archeologia visiva dei fenomeni mafiosi nell'Italia contemporanea

 

 

BIBLIOPRIDE: GIORNATA NAZIONALE DELLE BIBLIOTECHE

 

GIORNATE EUROPEE DEL PATRIMONIO: L’ITALIA TESORO D’EUROPA.

 

 

 

Viaggio in Italia.Capolavori dai Musei del mondo
 

 

ARTE/TRENTO I CAVALIERI DELL’IMPERATORE

Mostre ed eventi culturali in corso e prossime aperture

 

 

 Giornate europee del patrimonio. 

 

 

 

 

 

 

 

 Viaggiare nel tempo con i-MiBAC Voyager,


 

L’umana bellezza tra Piero della Francesca e Raffaello.

Ah, che rebus! Cinque secoli di enigmi fra arte e gioco in Italia.

 A MILANO APRE IL MUSEO DEL NOVECENTO
Dal 6 dicembre 2010 

  Joan Mirò. I miti del Mediterraneo

 FERRARA: The faunal countdown CHARDIN. Il pittore del silenzio

 Napoli :quando cioccolato e birra diventano arte.

  Alphonse Mucha: modernista e visionario

 I Carabinieri per l’arte.

 Parma: GUTTUSO. PASSIONE E REALTA’ 

 Padova: IL VOLTO DELL'OTTOCENTO.

 - La Giornata Touring  

 -  Ottobre, piovono i libri

 

 

INVITO A PALAZZO. ARTE E STORIA NELLE BANCHE

92 palazzi di 54 banche in 48 città italiane potranno essere visitati sabato 2 ottobre 2010. Si tratta della IX edizione di Invito a Palazzo, promossa dall’Associazione Bancaria Italiana (ABI). I palazzi saranno aperti al pubblico gratuitamente dalle ore 10.00 alle ore 19.00, con visite guidate in italiano e inglese.
Emilia Romagna e Lombardia le regioni col maggior numero di sedi messe a disposizione di cittadini e appassionati (rispettivamente 16 e 15), mentre Roma si conferma la città con più palazzi da visitare (10). Tra le novità di questa nona edizione, 12 nuovi palazzi aperti al pubblico per la prima volta.
L’iniziativa, sotto l’Alto patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio dei Ministri per i beni e le attività culturali e della pubblica istruzione, offre la possibilità di ammirare numerose opere d’arte e capolavori nascosti: palazzi storici e ville, collezioni d’arte e giardini, antichi simboli di storia urbana e innovative opere architettoniche del Novecento. I 92 palazzi visitabili, infatti, rappresentano un’antologia ricca e completa di stili, tendenze e gusti artistici e architettonici italiani di ogni epoca. Dall’architettura rinascimentale alle forme del Barocco, dalle eleganti dimore settecentesche immerse in parchi secolari alle atmosfere neoclassiche, fino ai palazzi recentemente commissionati dalle banche ai più affermati architetti contemporanei.
L’elenco completo dei palazzi aperti è disponibile sul sito http://palazzi.abi.it. Informazioni sulla manifestazione si possono ottenere chiamando dalle ore 10.00 alle 18.00 il numero 06-6767400 oppure inviando una e-mail all’indirizzo invitoapalazzo@abi.it. Dépliant con l’elenco completo dei palazzi sono disponibili presso le filiali delle banche aderenti.
 

L'Agenda...

 

 Codroipo (UD). Munch e lo spirito del Nord. Scandinavia nel secondo Ottocento.

 
CODROIPO -A partire dal 25 settembre, Villa Manin a Codroipo (UD) presenta un’interessante mostra che racconta lo spirito del Nord attraverso la pittura in Norvegia, Svezia, Finlandia e Danimarca del secondo Ottocento.

L’esposizione è composta di circa 120 opere, con molti paesaggi ma anche ritratti e figure, provenienti in special modo dai musei scandinavi ma anche da alcuni altri musei sia europei che americani.
Il percorso espositivo si compone di cinque sezioni, le prime quattro riservate alle scuole nazionali e l’ultima, quella di chiusura, con 35 opere di Edvard Munch, pittore norvegese (1863-1944), tra i primi grandi pittori a sottolineare con forte intensità l'essere solo dell'uomo e il suo dramma esistenziale,. La mostra è attenta a individuare, attraverso la scelta dei dipinti, quello sguardo che ha fatto del Nord un luogo non soltanto fisico ma anche dell’anima: il senso del tempo fondo, la chiarità delle estati, la profondità delle notti invernali, il velluto del muschio, il bianco dei fiori sotto il bianco delle lune estive. Ma nel percorso della mostra la schiettezza, la luminosità, il silenzio e il fragore del paesaggio nordico virano verso un sentimento arcano e quasi primordiale che richiama la problematicità dell’esistenza umana tesa tra luce e notte, tra grido e invocazione.
Sede: Villa Manin, Passariano di Codroipo (UD), Piazza Manin, 10
Dal 26 settembre 2010 al 6 marzo 2011
Orario:
fino al 1 novembre: ore 9 - 19
dal 2 novembre al 6 marzo 2011: da lunedì a venerdì: ore 9 – 18; sabato, domenica e festivi: ore 9 - 19
Chiuso il 24,25 e 31 dicembre 2010.
1 gennaio ore 11 - 19
PRENOTAZIONI E INFORMAZIONI
Call center +39 0422 429999
Fax +39 0422 308272
biglietto@lineadombra.it
www.lineadombra.it

Martedì in arte

L’orario dei musei, e dei luoghi di cultura in generale, non favorisce i visitatori. Seppure i tempi si siano allungati e la maggioranza dei musei sia aperta anche nel pomeriggio, frequentare i musei nei giorni lavorativi resta difficile: i musei sono aperti mentre noi siamo al lavoro e chiudono quando il lavoro è finito e noi li potremmo visitare.
Far coincidere il tempo di non lavoro e l’apertura dei musei è lo scopo di Martedì in arte, l’iniziativa lanciata dal Ministero per i beni e le attività culturali che, per promuovere la conoscenza del patrimonio culturale italiano, ogni ultimo martedì del mese a partire dal 28 settembre fino al 28 dicembre, organizza aperture straordinarie e gratuite dei principali luoghi della cultura statali dalle 19.00 alle 23.00.
L’iniziativa, che ha l’obiettivo di coinvolgere un pubblico sempre più numeroso, con proposte alternative ai consueti svaghi serali, troverà sicuramente il favore di giovani e famiglie in quanto consentirà una valida alternativa ai soliti svaghi serali, ad alto tasso culturale e a basso costo.
I luoghi che potranno essere visitati sono quelli che annualmente hanno un numero di visitatori superiori ai 50.000. Vi sono compresi quindi i maggiori musei e aree archeologiche. Per conoscere i musei che partecipano all’iniziativa si può consultare il sito del Ministero, www.beniculturali.it oppure chiamare il numero verde 800 99 11 99 o l’Ufficio per le relazioni con il pubblico del Ministero: (+39) 06.6723.2980/2990.


Roma, Rinasce la Galleria nazionale di Palazzo Barberini

 

Nel 1883, con la donazione allo Stato italiano della collezione della famiglia Corsini, nacque l’idea di una grande Galleria nazionale nella capitale d’Italia. Dopo più di 120 anni, con l’inaugurazione dei nuovi spazi espositivi di palazzo Barberini, il sogno si realizza e la Galleria nazionale di arte antica, che possiede circa 2300 opere, può finalmente mostrare capolavori finora ristretti nei depositi per mancanza di spazi.
Al piano terra si aprono le nuove sale destinate alla pittura dei secoli XII-XV. Ad esse si aggiungono 15 sale del piano nobile con le opere fino al XVII secolo, con il nucleo dei caravaggeschi. Saranno finalmente visibili: l’icona della Madonna Advocata, l’Annunciazione di Filippo Lippi, il Ritratto virile di Giovanni Bellini e il San Gerolamo del Perugino, il Paesaggio con Villa Sacchetti di Pietro da Cortona, il Paesaggio con Agar e l’angelo di Nicolas Poussin, il Giudizio di Salomone di Valentin de Boulogne. Nella Sala di Pietro di Cortona è esposta e suggestivamente illuminata la Fornarina di Raffaello, quadro simbolo della Galleria.
Quando, nella primavera del 2011, al percorso espositivo si aggiungeranno 12 sale del secondo piano, dedicate alle collezioni che vanno dal tardo barocco al ‘700 e l’appartamento settecentesco abitato dai Barberini fino al 1964, rimasto inaspettatamente intatto, la Galleria nazionale, con le sue 500 opere esposte in 36 sale e gli innumerevoli capolavori esposti, sarà uno dei più importanti musei del mondo.
Galleria nazionale di arte antica
Roma, Palazzo Barberini, Via Quattro Fontane
Ingresso: intero € 5,00
Giorni e orario apertura: tutti i giorni 9.00 - 19.00; chiuso lunedì
Telefono: 064824184-4814591
E-mail:
sspsae-rm.gnaa@beniculturali.it
Sito web:
http://galleriabarberini.beniculturali.it/

 

Isola Gran Sasso Le Beatitudini evangeliche - XIV Biennale di Arte Sacra

Molte sono le iniziative dedicate all’arte contemporanea e crescono i musei e i centri dedicati agli artisti contemporanei. La Fondazione Stauròs Italiana onlus da circa un trentennio si propone di sostenere e promuovere l’arte sacra contemporanea, dedicandole una manifestazione biennale caratterizzata da una particolare formula.
Gli artisti sono scelti da studiosi e critici d’arte e sono invitati a creare opere appositamente sullo specifico tema scelto, di volta in volta, per la biennale. A ciascun critico è affidato il compito di proporre cinque artisti, con ciascuno dei quali interagisce per aiutarli a creare le opere e presentarle nel catalogo, evidenziando il processo artistico ed ermeneutico in riferimento al tema proposto

Quella in corso di svolgimento è la Quattordicesima Biennale d'Arte Sacra. Si svolge a Isola Gran Sasso (Teramo), nei locali del Museo Staurós d’Arte Sacra Contemporanea e del Santuario di San Gabriele dell’Addolorata. Il tema scelto è quello delle Beatitudini evangeliche. Sono oltre cento le opere, in parte installazioni, create appositamente per l’occasione, con le quali gli artisti invitati si sono misurati con la suggestione e la radicalità dell’insegnamento evangelico.
Gli artisti in mostra sono più di ottanta. Il catalogo, pubblicato dalle Edizioni Staurós di San Gabriele, a cura di Giuseppe Bacci, Pierluigi Lia e Alessandra Morelli, reca illustrazioni delle opere esposte, schede e regesti, nonché saggi scritti da vari autori, oltre che dai critici curatori.

 

Luogo: Museo Staurós d’arte sacra contemporanea - Santuario di San Gabriele (Teramo)
Periodo: fino al 24 ottobre 2010.
Orario: 10:00-13:00 – 15:00-19:00 (chiuso il lunedì). Ingresso libero
Per informazioni: Fondazione Staurós Italiana Onlus, tel. 0861.975727 - cell. 339.8895499
Sito web:
www.stauros.it E-Mail:stauros@libero.it

 

 

 

Firenze. Il Tesoro del Cremlino

“i-MiBAC – Top 40”: la cultura è mobile

 DAL 9 APRILE, LA XIII SETTIMANA  DELLA CULTURA Melozzo da Forlì.

 

 

 

 

Ancora in mostra - Aggiornamento del 5 settembre 2011